Quando si parla di demolizione e rottamazione auto, diverse persone non sanno esattamente di che cosa si tratti e hanno tantissime domande che frullano per la testa. Abbiamo quindi pensato fosse utile per moltissimi utenti raccogliere quelle che sono le FAQ (Frequently Asked Questions) cioè le domande più frequenti e dare una chiara risposta per fare un po’ di chiarezza quando si tratta di rottamare l’auto a Roma. Naturalmente, tutti questi discorsi valgono anche per altri veicoli da rottamare compresi motocicli, van e veicoli aziendali.

Quali documenti portare per rottamare l’auto?

Come prima cosa, per rottamare l’auto a Roma occorre presentarti con dei documenti tutti in regola. Non si tratta di nulla di particolare ma sono tutti i documenti già in tuo possesso ma che comunque probabilmente devi organizzare. Vale sempre la pena verificare di avere tutto a portata di mano per evitare di perdere tempo e dover tornare una seconda volta dallo sfasciacarrozze perché manca un documento. Se dovesse mancare uno documento, nessuno sfasciacarrozze serio potrà procedere.

Per iniziare, ci vuole un documento di identità valido come la carta di identità. Dentro al cruscotto della tua automobile dovrebbe già trovarsi il libretto di circolazione che dovrai presentare allo sfasciacarrozze. Infine, non dimenticare mai il certificato di proprietà che indica chi è il proprietario del veicolo cioè l’unica persona che può ordinare la rottamazione e demolizione. I vecchi modelli hanno il cosiddetto foglio complementare mentre per automobili più recenti il documento è in formato digitale scaricabile dal sito dell’Aci.

Come è fatto il certificato di rottamazione?

In seconda battuta. una volta che hai consegnato il tuo veicolo allo sfasciacarrozze, ti viene presentato il cosiddetto certificato di rottamazione, uno documento fondamentale da conservare con cura. Uno certificato di rottamazione è valido solo nel momento in cui viene compilato in tutte le sue parti. È una sezione riguarda l’anagrafica del proprietario mentre un’altra i dati relativi al veicolo. È fondamentale che un certificato contenga al suo interno tutte le indicazioni relative al centro di demolizioni. Infatti, queste attività devono essere autorizzate per poter svolgere queste operazioni in maniera corretta. Vale a dire che sul certificato deve essere riportato il codice di autorizzazione e anche l’ente che l’ha rilasciato.

A cosa serve il certificato di rottamazione?

Dopo aver capito brevemente come è fatto un certificato di rottamazione, arriva il momento di capire a che cosa serve in realtà, una domanda assai frequente. Anzitutto, serve per scaricare la responsabilità ma soprattutto per cancellare il veicolo appena demolito dal Pubblico Registro Automobilistico.

Per completare le operazioni bisogna recarsi allo sportello Aci più vicino per cancellare eliminare il veicolo dal PRA evitando di dover pagare il bollo auto. Anzi, se lo hai pagato in anticipo per tutto l’anno, ti viene riconosciuto indentro una parte di quanto versato.

Quanto costa rottamare l’automobile?

La rottamazione e demolizione dell’auto è un’operazione che risulta gratuita poiché ci sono altri modi con cui uno sfasciacarrozze guadagna partendo dal rivendere i pezzi di ricambio perché hanno un grande valore sul mercato. Non preoccuparti quindi quando devi rottamare l’auto a Roma perché non si tratta di nulla di dispendioso.

Quello che può venire a costare riguarda altre operazioni, come ad esempio il trasporto con il carro attrezzi. Se l’automobile che devi demolire risultasse talmente incidentata da non poterla muovere, l’unico modo per portarla fino allo sfasciacarrozze e chiamare il mezzo del soccorso stradale. Tieni presente che devi fare ricorso a questa soluzione anche nel momento in cui la tua automobile dovesse avere l’assicurazione scaduta. Infatti, non è possibile circolare se il tuo veicolo non è coperto dall’assicurazione nemmeno per percorrere pochi chilometri fino allo sfasciacarrozze. Il costo di questa operazione dipende da un caso all’altro poiché solitamente si paga in base al chilometraggio effettuato. Non trattandosi di una situazione di emergenza, a far bene dovresti chiedere un paio di preventivi per riuscire a risparmiare il più possibile.

Infine, per rispondere alla domanda quanto può venire a costare rottamare l’auto a Roma c’è un’ultima operazione da mettere in conto. Si tratta della cancellazione dal PRA che prevede il pagamento di un’imposta di bollo che dovrai quindi mettere in conto.